Benedetto Zallone

San Bonaventura e l'Assunta, Benedetto Zallone
San Bonaventura e l’Assunta, Benedetto Zallone

(1595 – 1644)

Benedetto Zallone nasce a Cento nel 1595 da Antonio e Anna Michelini, entrambi originari di Pieve di Cento.

A Cento risiede nella Via Grande, vicino alla casa del Guercino.

La sua presenza è costante e attiva durante i primi anni di attività del maestro, nel corso dei quali produce anche molte opere in proprio.
Tra queste la Madonna di Loreto (1616-1620) e la Sant’Orsola oggi nella Pinacoteca civica di Pieve di Cento.
Per la chiesa di San Pietro di Cento realizza San Bonaventura e l’Assunta.

Tra i dipinti più interessanti, eseguiti con uno stile originale e riconoscibile, va ricordato anche il San Matteo e l’angelo con la Madonna e santi collocato nel 1640 nella Chiesa del Voto di Modena.

Dopo il trasferimento della bottega del Guercino a Bologna, Benedetto Zallone rimane a Cento fino alla sua morte, avvenuta il 20 giugno 1644.