M. G. Muzzarelli e E. T. Brandi

Nell’ambito delle Giornate del Patrimonio  Maria Giuseppina Muzzarelli ed Elisa Tosi Brandi dell’ Università di Bologna hanno introdotto il tema delle implicazioni che un oggetto della moda del passato può avere nella contemporaneità. Al centro della conversazione il ruolo e i valori assunti dal farsetto maschile e dal corpetto femminile dalla società medievale fino ad oggi. L’intento dell’incontro era quello di diffondere la conoscenza di un oggetto di uso comune, saturo di storia e che ha tutte le caratteristiche per essere considerato un bene culturale. Inoltre nozioni storiche e consapevolezza sulle origini e lo sviluppo di certi oggetti sono utili per lo sviluppo di uno spirito critico.Read More →

Conferenza Alessandro Vanoli

Che cosa è lo straniamento dal punto di vista di uno storico? È con questo interrogativo che si apre l’incontro con lo scrittore e storico Alessandro Vanoli, tenutosi il 9 ottobre, alle 21,00 nella sala Muratori della Biblioteca Classense di Ravenna in occasione Giornate del Patrimonio Culturale. Autore insieme a Franco Cardini del libro La via della seta. Una storia millenaria tra Oriente e Occidente, edito da Mulino nel 2017, Vanoli prova a ragionare sulla possibilità di raccontare una storia complessa come quella della “via della seta”, tentando di farle acquistare un senso nel mondo odierno. Vanoli apre il suo racconto cercando di far visualizzareRead More →

L’8 ottobre nella prima delle giornate del patrimonio culturale a Ravenna il dibattito sulle differenti declinazioni del patrimonio culturale si svolge al Moog Slow Bar, un locale con un gradevole cortiletto interno perfetto per passare una serata tranquilla tra amici e ascoltare buona musica. Considerata la particolarità della location l’incontro è impostato sotto forma di ‘chiacchierata’ e si percepisce fin da subito un’atmosfera calda e accogliente. Il pubblico viene accolto dai relatori in modo informale, la conversazione inizia alle 20 accompagnata da un gustoso aperitivo a base di Sangiovese. I quattro relatori Roberto Balzani, Alfonso Maurizio Iacono, Angelo Mario Neve e Silvia Vida si sonoRead More →

dialogo interculturale

Lunedì 8 ottobre alle ore 17 nella Sala Nullo Baldini del Palazzo della Provincia di Ravenna, Paolo Grossi, Giuliana Laschi, Guido Lenzi e Daniele Pasquinucci hanno dato il via al primo incontro dedicato alle Giornate del Patrimonio Culturale organizzate dal Dipartimento di Beni Culturali. Il tema affrontato è stato “la diplomazia culturale come soft power europeo” da intendersi come un nuovo concetto di relazione fra le nazioni dell’Unione Europea incentrato sul rispetto della multiculturalità e sul dialogo interculturale. Sulla carta geografica l’Europa si presenta compatta, piccola. Eppure questo scorcio di mondo presenta moltissime diversità culturali. Questo è dato dalla nostra storia, dagli imperi e daiRead More →

prodi europa

La seconda delle giornate ravennati sui Beni Culturali organizzate dal Dipartimento di Beni Culturali in occasione dell’Anno europeo del patrimonio culturale è iniziata la mattina del 9 Ottobre con la presenza di una personalità di spicco come il professor Romano Prodi.   L’incontro  presso il palazzo della Provincia di Ravenna è stato aperto dal direttore del Dipartimento di Beni culturali Luigi Canetti  e dal sindaco Michele de Pascale. Romano Prodi ha poi dialogato con il prof. Michele Marchi, sul tema: “Aspettando il voto europeo: dove vanno l’Europa e le sue tradizioni politico-culturali?” L’intervento di Prodi inizia con un grande interrogativo: perché l’Europa ha perso la sua forza di attrazione?  MicheleRead More →

i ragazzi con il tutor

Durante l’esperienza di alternanza scuola-lavoro gli studenti della 3B del Liceo Classico tradizionale hanno utilizzato strumentazione settoriale. Le analisi svolte con la strumentazione, fornita dal Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna, sono servite ad analizzare i pigmenti di colore al fine di capire come potrebbero essere fatti restauri futuri.   Il primo strumento che è stato utilizzato è il colorimetro, uno strumento che misura l’assorbimento di particolari lunghezze d’onda della luce da parte di una soluzione colorata. I ragazzi hanno eseguito diverse prove su differenti superfici per risalire al pigmento originale.   Un altro strumento che i ragazzi hanno utilizzato è il microscopio digitale usb.Read More →

la classe 3B

Tra il 4 e l’11 giugno la 3B del corso Classico Tradizionale ha intrapreso l’esperienza dell’alternanza scuola lavoro presso il Dipartimento di Beni Culturali di Ravenna. Il progetto prevede l’uso di diverse strumentazioni con lo scopo di restaurare digitalmente la facciata principale del Liceo Classico “Dante Alighieri” di Ravenna eliminando disegni e graffiti. Il progetto é iniziato con il rilevamento fotografico dei graffiti. Le foto sono state sottoposte a una modifica per mostrare com’era la struttura alle origini.  Attraverso l’uso di un programma opensource chiamato Gimp  , i ragazzi hanno imparato ad eliminare virtualmente i graffiti delle foto riportandolo allo stato iniziale.     Per laRead More →

John_Reinhard_Weguelin_Obsequies_Egyptian_Frameblog_unibo_profumi

Un museo non solo da vedere ma anche da annusare Il visitatore che esplora il Museo Egizio può notare la presenza di informazioni su un percorso orientato alle fragranze e ai profumi dell’antico Egitto.  Queste fragranze consentono un’esperienza sensoriale importante che riporta alla memoria un ambiente perduto. I reperti esposti, attraverso i profumi e gli odori assumono una vita e un aspetto nuovo. L’usanza degli antichi egizi di creare essenze risale al 4000 a.C. Anche le divinità, che come sappiamo venivano adorate nei templi, avevano un profumo a loro dedicato. I fumi dell’incenso erano importanti perché portavano le preghiere al cielo e servivano da intermediario fraRead More →