Il convegno del 25-26 Ottobre 2018 è arrivato come tema il lupo, una specie che ha accompagnato l’uomo moderno nei millenni. Inizialmente era competitore nella condivisione di territori e prede mentre, in seguito alla domesticazione, ha dato origine a suo più fedele compagno, il cane. Una lunga storia comune che ha segnato l’evoluzione biologica delle specie, ha ispirato leggende, fiabe, miti nelle diverse culture del mondo. Affronteremo questo argomento con una visione unitaria e meta-disciplinare per unire le conoscenze scientifiche con quelle umanistiche e antropologico-culturali.  Luigi Canetti pone l’attenzione sulla prospettiva etologica e genetica dell’incontro, per capire meglio che il lupo ha influito nella vitaRead More →

Simone Zambruno ,nella conferenza del 26 Settembre 2018, inizia il suo discorso dividendo il progetto della ricostruzione digitale dello studiolo di Gubbio in tre fasi: la prima riguarda i rilievi fatti sul palazzo ducale che hanno permesso al gruppo di ottenere un modello tridimensionale dello studiolo fatto con tecnologie laser-scanner. La seconda premessa alla realizzazione del tour virtuale è stata condotta da Federico Taverni e Marco Orlandi i quali hanno fotografato ad alta risoluzione le tarsie originali dello studiolo al Metropolitan Museum of Modern Art. La terza fase invece ha coinvolto l’intero gruppo nella creazione di una mappa degli hotspot sottolineando così la varietà diRead More →

Il 12 ottobre ’18 al palazzo Verdi di Ravenna abbiamo potuto conoscere il Collège de Cluny attraverso l’ esperienza di una volontaria: Amélie. La ragazza apre lo scenario con la descrizione dell’ architettura del College, un monastero benedettino della Borgogna situato nella capitale spirituale e politica del medioevo. Subito dopo sposta l’attenzione sul workshop estivo di nove giorni che ogni anno viene organizzato dall’università: quaranta ragazzi di nazionalità diverse partecipano a discussioni riguardanti l’Europa e, in particolar modo quest’anno, sul patrimonio culturale come base della coscienza europea. Il college presenta un metodo diverso rispetto a quello accademico a cui siamo abituati: workshop all’aperto, partecipazione attivaRead More →

M. G. Muzzarelli e E. T. Brandi

Nell’ambito delle Giornate del Patrimonio  Maria Giuseppina Muzzarelli ed Elisa Tosi Brandi dell’ Università di Bologna hanno introdotto il tema delle implicazioni che un oggetto della moda del passato può avere nella contemporaneità. Al centro della conversazione il ruolo e i valori assunti dal farsetto maschile e dal corpetto femminile dalla società medievale fino ad oggi. L’intento dell’incontro era quello di diffondere la conoscenza di un oggetto di uso comune, saturo di storia e che ha tutte le caratteristiche per essere considerato un bene culturale. Inoltre nozioni storiche e consapevolezza sulle origini e lo sviluppo di certi oggetti sono utili per lo sviluppo di uno spirito critico.Read More →

L’8 ottobre nella prima delle giornate del patrimonio culturale a Ravenna il dibattito sulle differenti declinazioni del patrimonio culturale si svolge al Moog Slow Bar, un locale con un gradevole cortiletto interno perfetto per passare una serata tranquilla tra amici e ascoltare buona musica. Considerata la particolarità della location l’incontro è impostato sotto forma di ‘chiacchierata’ e si percepisce fin da subito un’atmosfera calda e accogliente. Il pubblico viene accolto dai relatori in modo informale, la conversazione inizia alle 20 accompagnata da un gustoso aperitivo a base di Sangiovese. I quattro relatori Roberto Balzani, Alfonso Maurizio Iacono, Angelo Mario Neve e Silvia Vida si sonoRead More →

prodi europa

La seconda delle giornate ravennati sui Beni Culturali organizzate dal Dipartimento di Beni Culturali in occasione dell’Anno europeo del patrimonio culturale è iniziata la mattina del 9 Ottobre con la presenza di una personalità di spicco come il professor Romano Prodi.   L’incontro  presso il palazzo della Provincia di Ravenna è stato aperto dal direttore del Dipartimento di Beni culturali Luigi Canetti  e dal sindaco Michele de Pascale. Romano Prodi ha poi dialogato con il prof. Michele Marchi, sul tema: “Aspettando il voto europeo: dove vanno l’Europa e le sue tradizioni politico-culturali?” L’intervento di Prodi inizia con un grande interrogativo: perché l’Europa ha perso la sua forza di attrazione?  MicheleRead More →

la classe 3B

Tra il 4 e l’11 giugno la 3B del corso Classico Tradizionale ha intrapreso l’esperienza dell’alternanza scuola lavoro presso il Dipartimento di Beni Culturali di Ravenna. Il progetto prevede l’uso di diverse strumentazioni con lo scopo di restaurare digitalmente la facciata principale del Liceo Classico “Dante Alighieri” di Ravenna eliminando disegni e graffiti. Il progetto é iniziato con il rilevamento fotografico dei graffiti. Le foto sono state sottoposte a una modifica per mostrare com’era la struttura alle origini.  Attraverso l’uso di un programma opensource chiamato Gimp  , i ragazzi hanno imparato ad eliminare virtualmente i graffiti delle foto riportandolo allo stato iniziale.     Per laRead More →