Domenica 28 – una giornata da non perdere

Domenica 28 – una giornata da non perdere

Domenica 28 ottobre sarà una giornata piena di eventi al Ravenna Nightmare Film Fest. Dal primo mattino fino alla tarda serata potremo assistere a proiezioni ed incontri per tutti i gusti e per tutte le età.

Si parte alle 9:30 con un evento pensato per le famiglie ravennate, il quale prevede caffè offerto ai più grandi e, per tutti, ingresso gratuito alla proiezione di The Last Warrior, un lungometraggio Disney del regista russo Dimitriy Dyachenko. Il Nightmare Disney mira a coinvolgere i più giovani in un percorso di consapevolizzazione dello spettatore al fine di una visione più critica e attenta da parte del pubblico del futuro.

Alle 16:00 seguirà la proiezione di Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi di Marco Martinelli. Il film entra nella categoria Showcase Emilia-Romagna, creata in collaborazione con la regione, al fine di promuovere le eccellenze del cinema indipendente emiliano-romagnolo. Al termine della proiezione il regista Marco Martinelli e l’attrice protagonista Ermanna Montanari saranno presenti in sala per rispondere alle domande del pubblico, condurrà l’incontro Maria Martinelli.

Nella foto Marco Martinelli, regista ospite in sala

Alle 18:30 è invece il turno di uno degli otto lungometraggi in concorso: Isabelle di Robert Heydon. Il regista si dedica all’attività cinematografica da ben vent’anni e con Isabelle porta sullo schermo la storia di una famiglia perseguitata da oscure presenze, un horror che terrà il pubblico col fiato sospeso fino alla fine.

Per ultimo, alle 21:00, avrà luogo la proiezione di tutti i cortometraggi in concorso al Festival, il vincitore sarà scelto dalla Giuria del Pubblico e annunciato il 3 novembre alle ore 21:00 circa. L’ingresso all’evento, creato in collaborazione con il Circolo Sogni Antonio Ricci, sarà gratuito.

Insomma questa domenica si configura come un’occasione da non perdere, una giornata davvero speciale all’interno del Ravenna Nightmare Film Fest.

IreneB

Leggi anche: Assaggi di festival, cosa abbiamo assaggiato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *